Il 9 maggio 2019 uscirà nelle sale cinematografiche italiane “I figli del fiume giallo“, un film diretto dal regista, scrittore, sceneggiatore e produttore cinese Jia Zhangke. Il lungometraggio è stato presentato in concorso all’ultimo Festival di Cannes e poi al Torino Film Festival 2018, dove il regista era anche presidente della giuria. Nel film il ruolo della protagonista è ricoperto dall’attrice Zhao Tao, nonché sua moglie, la cui collaborazione è iniziata nel 2000 con il film “Platform”.

La pellicola il cui titolo originale è “Ash is Purest White”, racconta la storia di Qiao, una ballerina innamorata di un gangster, Bin ovvero l’attore Liao Fan, che, trovandosi coinvolta in un combattimento tra bande locali, per difenderlo spara un colpo di pistola. Per questo motivo la ragazza finisce col passare 5 anni in carcere. Dopo il suo rilascio Qiao cerca Bin per riprendere la sua vita con lui, ma scopre che non tutto è rimasto come prima.

Jia Zhangke aveva già firmato la regia di “Il tocco del peccato” del 2013, che ha conquistato il premio per la Migliore Sceneggiatura al Festival di Cannes nel 2013, e “Still Life” del 2006, con cui ha vinto il Leone D’Oro al Festival di Venezia nello stesso anno e il Premio per la Miglior Regia all’Asian Film Award in quello successivo.
Per quanto riguarda “I figli del fiume giallo” il regista ha spiegato: “Il film si apre in Cina all’inizio del XXI secolo e si chiude nel 2018. Ho sempre amato le storie che si sviluppano su un ampio arco temporale: il tempo detiene i segreti della vita, le storie e le esperienze. […] Oggi ho 48 anni di esperienza di vita e desidero utilizzarli per raccontare una storia d’amore ambientata nella Cina contemporanea che ha attraversato trasformazioni epiche e drammatiche. Mi fa sentire di aver vissuto tutto questo io stesso e di continuare a viverlo.”.

Il poster del film “I figli del fiume giallo”:

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *