Questa mattina, presso l’elegante Hotel de la Ville nel cuore di Roma, si è svolta la conferenza stampa di presentazione delle nomination ai Globo d’Oro 2019. Nel corso dell’evento sono state svelate le categorie del premio per quest’anno, la terna dei candidati, alcuni ospiti ed altre curiosità.
La premiazione di uno degli eventi più antichi e prestigiosi del cinema italiano si terrà il prossimo 19 giugno nella suggestiva cornice di Villa Wolkonsky, residenza dell’Ambasciatore britannico Jill Morris. L’Associazione della Stampa Estera in Italia ha comunicato oggi alcuni importanti dettagli nel corso della conferenza stampa a cui Spettacolo News ha preso parte.

Le nomination della 59esima edizione del Premio Globo d’Oro 2019:

  • Migliore Regia
    Marco Bellocchio, Il traditore
    Matteo Garrone, Dogman
    Alice Rohrwacher, Lazzaro felice
  • Miglior Opera Prima
    Bangla
    Il campione
    La terra dell’abbastanza
  • Miglior Attrice
    Jasmine Trinca, Croce e delizia
    Francesca Niedda, Ovunque proteggimi
    Anna Foglietta, Un giorno all’improvviso
  • Miglior Attore
    Alessandro Borghi, Sulla mia pelle
    Marcello Fonte, Dogman
    Pierfrancesco Favino, Il traditore
  • Premio Giovane Promessa
    Ludovica Nasti, L’amica geniale
  • Miglior Fotografia
    Il primo re, Daniele Cripi, Giuseppe Maio
    Ricordi?, Daria D’Antonio
    Il bene mio, Giorgio Giannoccaro
  • Premio alla Carriera
    Franco Nero e Vanessa Redgrave
  • Miglior Serie Tv
    Il nome della rosa
    L’amica geniale
    La porta rossa
  • Migliore Musica
    Luca Ciut, Resina
    Gabriele Panico e Franco Eco, Il bene mio
    Nicola Piovani, Il traditore
  • Migliore Sceneggiatura
    Il traditore, Marco Bellocchio, Valia Santella,
    Ludovica Rampoldi, Francesco Piccolo
    Sulla mia pelle, Alessio Cremonini,
    Lisa Nur Sultan
    Lazzaro felice, Alice Rohrwacher
  • Miglior Documentario
    Butterfly, Alessandro Cassigoli, Casey Kauffman
    Pugni in faccia, Fabio Caramaschi
    The disappearance of my mother, Beniamino Barrese
    Selfie, Agostino Ferrente
    Chiudi gli occhi e vola, Julia Pietrangeli
  • Miglior Corto
    L’amata, Domenico Croce
    Fino alle fine, Giovanni Dota
    Il mondiale in piazza, Vito Palmieri
    Il perdono, Marcello Cotugno
    Olmo, Davide Calvaresi

La 59esima edizione del Premio Globo d’Oro vede in giuria un comitato rinnovato composto da:

  • Claudio Lavanga (co-responsabile del comitato),
  • NBC NEWS (Stati Uniti);
  • Alina Trabattoni (co-responsabile del comitato),
  • Eurovision (Svizzera);
  • Alvise Armellini, Agenzia DPA (Germania);
  • Marina Collaci, WDR Radio (Germania);
  • Ahmad Ejaz, Tehqiq Nama (Pakistan);
  • Ewout Kieckens, Reformatorisch Dagblad (Paesi Bassi);
    Patricia Mayorga Marcos, El Mercurio (Cile);
  • Vera Shcherbakova, Agenzia TASS (Russia);
  • Giada Zampano, freelance per Politico Europe (Belgio).

Inoltre il Gran Premio della Stampa Estera quest’anno verrà assegnato al maestro Ezio Bosso, che sarà presente il giorno della cerimonia di premiazione, regalando al pubblico un’esibizione indimenticabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *