In questi giorni è in pieno svolgimento la 69esima edizione del Festival di Berlino, manifestazione in programma dal 7 al 17 febbraio 2019 e aperta da “The kindness of Strangers”, opera femminile scritta e diretta dalla danese Lone Scherfig.
È stato proprio “The kindness of Strangers” il film apripista della Berlinale, che descrive la solidarietà umana in una New York ostile e parla di miseria, solitudine e compassione. La protagonista è Clara, che fugge dal marito, poliziotto e padre violento, con i suoi due figli senza soldi e a bordo di un’automobile che le viene quasi subito sequestrata. A salvarla sarà proprio la pena che degli sconosciuti provano per lei e per la sua situazione.
Il Festival di Berlino quest’anno comprende oltre 400 film da tutto il mondo divisi in 9 sezioni e ha coinvolto circa 30 cinema in tutta la città. Poche sono invece le opere in lizza per vincere l’Orso d’oro, solo 17 su 23 in selezione ufficiale. Tra questi, ben 7 sono nati da grandi figure femminili, dato che ha fatto identificare quest’edizione come il festival delle donne.
Se da un lato si nota l’assenza di film americani, dall’altro risulta positiva la presenza di 5 film italiani, di cui uno in corsa all’Orso d’oro, ossia “La paranza dei bambini”, diretto da Claudio Giovannesi e tratto dall’omonimo romanzo di Roberto Saviano.
Gli altri titoli Made in Italy sono inseriti nel concorso di Panorama e si tratta di “Selfie” di Agostino Ferrente, dal tono e dallo stile opposti al precedente, “Dafne” di Federico Bondi, “Il corpo della sposa – Flesh Out” di Michela Occhipinti e “Normal” di Adele Tulli.
L’Orso d’oro alla carriera verrà consegnato all’attrice britannica Charlotte Rampling. Tra le star più attese ci sono poi Diane Kruger, Stellan Skarsgard, Catherine Deneuve, Agnès Varda, Melvil Poupaud, James Norton, Chiwetwl Ejiofor e Peter Sarsgaard.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *