La 69esima edizione del Festival di Berlino, cominciata il 7 febbraio 2019, si è conclusa lo scorso 17 febbraio ed ha vinto un film di casa nostra, “La paranza dei bambini”. Il premio per la Miglior sceneggiatura è stato vinto da “La Paranza dei bambini“, film diretto dal regista Claudio Giovannesi, tratto dal libro omonimo di Roberto Saviano, che ne ha scritto la sceneggiatura insieme al regista e a Maurizio Braucci. Lo scrittore napoletano, in seguito alla premiazione, ha dichiarato: “Dedico questo premio alle Ong che salvano le vite nel Mediterraneo“.

Il premio per il Miglior film in concorso, l’Orso d’Oro, invece è stato vinto da “Synonymes” del regista israeliano Nadav Lapid, una coproduzione israelo-franco-tedesca. Il Gran premio della giuria internazionale – presieduta quest’anno dalla talentuosa Juliette Binoche – è stato assegnato a Francois Ozon per il film “Grace à Dieu“, una pellicola basata sugli abusi sessuali nella chiesa Cattolica. “I was at home, but” ha vinto il miglior Premio alla regia per Angela Schanelec, anche se la premiazione ha suscitato qualche fischio in sala.

Yong Mei e Wang Jingchun sono i vincitori rispettivamente del premio per la Miglior attrice e per il Miglior attore, entrambi per lo stesso film, “So Long, My Son“.
Infine il Premio Alfred Bauer, riguardante il film più innovativo, è stato assegnato a “System Crasher” di Nora Fingscheidt.

Quest’anno il Festival ha portato con sè una nota di malinconia: la cerimonia di premiazione si è aperta infatti con un lungo applauso agli artisti scomparsi, come il grande attore svizzero Bruno Ganz, morto proprio nel giorno della finale. Un altro omaggio è stato reso al direttore di 18 edizioni del festival di Berlino, Dieter Kosslick. “L’uomo che ha reso la Berlinale quello che è oggi” è stato salutato con un lungo ringraziamento dalla ministra tedesca della cultura, Monika Gruetters.

Complimenti ancora al film italiano “La paranza dei bambini”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *