Rinnoviamo l’appuntamento con le uscite cinematografiche per il fine settimana, affinché non perdiate la possibilità di vedere quel film che proprio ci voleva, che magari è perfetto con il vostro mood.
Iniziamo con un bel dramma sentimentale. “Doppio amore“, diretto da François Ozon e distribuito da Academy Two, vedrà sul grande schermo una splendida Marine Vacht vittima di una terribile depressione e della possibile relazione amorosa con il suo transfert e il suo gemello.
Grazie alla serie “Narcos“, il personaggio storico Pablo Escobar è ormai entrato nell’immaginario collettivo. Da ieri è anche sul grande schermo, sotto il titolo di “Escobar – Il fascino del male“, diretto da Fernando León de Aranoa e distribuito dalla Notorious Pictures. Pellicola biografica, il focus stavolta è incentrato sull’influenza che Virginia Vallejo (Penelope Cruz) ebbe sulla personalità pubblica del narcotrafficante. Una prospettiva interessante e non consueta.
È veramente tanto che al cinema non esce un horror che valga la pena di essere ricordato. Andy Nyman e Jeremy Dyson hanno diretto “Ghost stories“, riadattando la sceneggiatura del film dal copione della spettacolare piéce teatrale che terrorizza il pubblico anglofono da quasi 8 anni ormai. “Ghost stories” narra la storia dello scettico professor Goodman che indaga su tre casi paranormali che finiranno per rivelargli verità riguardanti la sua stessa persona. Il connubio di sovrannaturale ed esistenzialismo potrebbe essere fortunato. Staremo a vedere.
Terence Hill torna sul grande schermo come attore e come regista, in un film di produzione italiana e spagnola distribuito dalla Lux. “Il mio nome è Thomas” è una commedia on the road, in cui un uomo alla disperata ricerca di solitudine si troverà ad affrontare avventure che mai avrebbe pensato di vivere. Sarà l’incontro con Lucia (Veronica Benedetta Bitto) a coronare il suo viaggio.
È ancora italiana la commedia “Il tuttofare“, diretta da Valerio Attanasio e distribuita dalla Vision. Nell’ufficio legale più prestigioso della capitale sta per scoppiare una bomba. La miccia viene fatta detonare dal matrimonio dell’amante dell’avvocato Balastella (Sergio Castellitto) con il suo praticante Antonio (Guglielmo Poggi). Cosa accadrebbe al rinomato avvocato se lo studio in cui esercita fosse di proprietà di sua moglie (Elena Sofia Ricci)?


Una commedia frivola è quella di Claire Denis, intitolata “L’amore sotto le stelle“. A volte ciò che chiediamo al cinema è di farci sentire al sicuro senza strapazzarci troppo. Ed è quello che accade quando guardiamo una storia come quella di Isabelle, donna di mezza età alla continua ricerca del vero amore nella romantica cornice di Parigi.
Per gli appassionati di biografie c’è “Molly’s game“, diretto da un debuttante Aaron Sorkin alla regia. Speriamo non ci deluda. La storia di Molly Bloom (Jessica Chastain) è nota: sportiva promettente, sciatrice professionista, una volta che la sua brillante carriera è stata interrotta tragicamente da un infortunio, riesce comunque a sbarcare il lunario con mezzi non troppo leciti. Non fatevi ingannare, sembra non essere il classico action movie.
Giuseppe Petitto è il regista di “Parlami di Lucy“, un dramma italiano distribuito da Altre storie. Una mamma attenta ai bisogni di una figlia assai problematica, dovrà vedersela con un matrimonio sull’orlo del collasso ed una casa in cui si manifestano strane presenze. Riuscirà a tenere le fila della storia?
Ci spostiamo nel vicino oriente con “Wajib“, la creazione della regista palestinese Anne-Marie Jacir di cui vi abbiamo già parlato in occasione dell’anteprima al Middle-East Now Festival di Firenze, vincitore del Festival Internazionale del Cinema di Dubai. Di genere drammatico, il film mette in scena un costume tipicamente mediorentale ─ il Wajib, l’invito ufficiale alle nozze della figlia femmina ─ e le difficoltà che si riscontrano in una società globalizzata.
È la volta di due documentari. Il primo si chiama “Untitled“, diretto da Micheal Glawogger e Monika Willi. Distribuito dalla Zalab, sarà un viaggio tra Europa ed Africa narrato dalla splendida voce di Nada.
Chiudiamo la nostra rassegna con “Earth – Un giorno straordinario“, un documentario prodotto in collaborazione con la BBC. In un momento in cui l’ecosistema è messo a duro rischio dall’invadente presenza dell’uomo, “Earth” è un inno alla vita che rischia di sparire. Piante ed animali sono stati ripresi per cinque lunghi anni prima di poter apparire sul grande schermo accompagnate dalla voce narrante di Diego Abatantuono.
Anche per questo fine settimana il ventaglio di possibilità per le uscite cinematografiche è piuttosto ampio. Cosa andrete a vedere?

Emanuela Colatosti

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *