Il 27 novembre scorso il Premio Solinas Italia-Spagna ha aperto la manifestazione di premiazione della terza edizione nell’ambito dell’undicesimo Festival del Cinema Italiano di Madrid e del quarto Forum di Coproduzione Italia-Spagna.
Stiamo parlando del premio che favorisce le co-produzioni tra il cinema italiano, spagnolo e dell’America Latina e invita gli sceneggiatori a scrivere soggetti cinematografici da proporre al mondo della produzione e del cinema italiano, spagnolo ed internazionale.
Vincono ex aequo questa edizione del Premio Solinas Italia-Spagna del valore di 1.000 € i film “In Acque Profonde” di Stefano Mutolo e “Toro Rojo” diretto da Luigi Roccati e Alessandro Regaldo, due progetti che rielaborano in modo originale il cinema western e il racconto di formazione.

Alessandro Regaldo

Stefano Mutolo, sceneggiatore e critico cinematografico, nel suo “In Acque Profonde”, cerca una strada diversa a partire dal cinema di genere e presenta un cinema nuovo e interrogante, dalle sfumature oniriche e visionarie. Il progetto è ambientato durante l’epoca fascista e vede protagonista una giovane mandriana che vuole incassare la taglia su un sanguinario cacciatore delle paludi che ostacola la monumentale bonifica fascista dell’Agro-Pontino. “In acque profonde” è il primo progetto di lungometraggio di Mutolo come sceneggiatore e regista, e vuole ripensare il western all’italiana in un momento in cui il cinema di genere sta ritornando in auge.
“Toro Rojo” di Luigi Roccati e Alessandro Regaldo, invece, è una storia ambientata nel tumulto della dittatura Latino-Americana.
Beto Damonte, luchador italo-argentino, in arte Toro Rojo, è la stella del programma televisivo “Gigantes en el Ruedo”. L’incontro con una giovane rivoluzionaria gli farà mettere in discussione tutto ciò in cui crede. La storia di Beto è il viaggio personale di un uomo che raggiunge la dura consapevolezza di essere comparsa e non protagonista di un mondo in cambiamento e già alla ricerca di nuovi eroi. Un allucinato racconto di formazione hard-boiled, grottesco e disperato, immerso nell’umanità ruvida dei Barrios Anni ’80.

Luigi Roccati

La Giuria è composta da Laura Pugno (Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Madrid), Annamaria Granatello (Presidente e Direttore del Premio Solinas), Alessandra Picone (Festival del Cinema Italiano di Madrid), Leonardo Ferrara (dirigente Rai Fiction) e i registi Valerio Vestoso e Laura Luchetti, presente al Festival con il film “Fiore Gemello” e il cortometraggio “Sugarlove”.

Stefano Mutolo
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *