Il weekend che va dal 13 al 15 aprile è una festa per i cinefili ed infatti ora vi raccontiamo qualcosa sulle nuove uscite al cinema.
Le uscite cinematografiche, in verità, sono datate tutte giovedì 12 aprile ed il palinsesto offre una varietà di argomenti ineguagliabile. Scopriamoli insieme…
Icaros: a vision” è un film a doppia regia, di Leonor Caraballo e Matteo Norzi. Prodotto nel 2016 dalla Lab 80 film, nella storia viene mischiato il magico, l’esoterico e lo psichedelico. Angelica (Ana Cecilia Stieglitz), nel cuore di una foresta peruviana, incontrerà Arturo che, tramite stupefacenti, la accompagnerà in un allucinante viaggio che le cambierà la vita.
Un altro film a doppia conduzione è “Il cratere“, di Silvia Luzi e Luca Bellino. Già vincitore del festival di Tokyo, “Il cratere” rappresenta la relazione problematica e drammatica di un padre (Rosario Caroccia), che non ha mai raggiunto la dignità economica e di sua figlia (Sharon Caroccia), che dalla natura è stata dotata di una bella voce. Fortuna o maledizione? Il titolo non fa presagire una redenzione per i personaggi di questa triste storia, che sono padre e figlia anche nella vita reale.
Ci spostiamo in oriente con “Il prigioniero coreano“, che prevede il grande ritorno come regista di Kim Ki-duk. Distribuito dalla Tucker Film, dipinge la verosimile tragedia di un pescatore che ha la sola colpa di vivere al confine tra le due Coree, per cui finire sulla sponda sbagliata del fiume significa essere tacciato di spionaggio da un lato e di tradimento dall’altro.
Fortunatamente c’è anche qualcosa di leggero in programma. “Il viaggio delle ragazze“, diretto da Malcom D. Lee, che è una piéce comica in cui quattro amiche di vecchia data ─ Regina Hall, Queen Latifah, Jada Pinkett Smith e Tiffany Haddish, se ne vanno a New Orleans. Ne vedremo delle belle!
Marco Giallini torna sul grande schermo a farci sognare, in compagnia di Elio Germano. “Io sono tempesta“, dell’idea originale di Daniele Lucchetti, è un’occasione per approfondire la relazione tra l’uomo e il denaro. Un broker, un indigente padre di famiglia, un centro sociale e dei senza tetto: questi sono gli ingredienti della ricetta del Lucchetti.
Robert Guédiguian ci regala, invece, “La casa sul mare“. Un dramma di appena 100 minuti in cui tre figli (Ariane AscarideJean-Pierre DarroussinGérard Meylan) si ritrovano al paesino natale della Costa Azzurra per accudire il padre malato. Conoscersi e riconoscersi dopo anni di lontananza non è semplice. Catalizzatore e metabolizzatore del processo di riavvicinamento tra i tre fratelli verrà dal mare.
Musica e cinema si fondono in “Nick Cave – Distant sky live in Copenaghen“. Distribuito da Nexo Digital e diretto da David Barnard, Nick Cave interpreterà se stesso nella narrazione dell’ultima tappa di un tour leggendario.
Rampage – Furia animale” è il capitolo d’azione di questo finesettimana. Diretto da Brad Peyton e distribuito dalla Warner Bros, il film accenna al disastro etologico causato da una mutazione genetica che ha reso estremamente più pericolosi e feroci animali prima mansueti. Tra gli altri ha colto anche l’intelligente gorilla di Davis (James McAvoy). Come rimediare al danno?
Torna sul grande schermo “Sherlock gnomes“, il sequel del film d’animazione, distrubuito dalla 20th Century Fox, che aveva appassionato grandi e piccini. Chiaramente una parodia della storia di Romeo e Giulietta, il secondo capitolo narrerà la loro luna di miele. Risate assicurate!
Rupert Everett ci pone di fronte alle tragiche ultime ore di uno degli scrittori più amati dalla contemporaneità. Oscar Wilde (interpretato dallo stesso Everett) che, come è risaputo, all’apice della sua brillante carriera di artista cadde in disgrazia per la sua omosessualità. “The happy prince” è la narrazione della fine.
Liam Neeson è Mark Felt in “The silent man“, il film di Peter Landesman sulla storia della spia più preziosa del mondo, quella che ha svelato lo scandalo Watergate. Scoprire l’uomo dietro il ruolo sarà sicuramente interessante.
Questo fine settimana, a parte qualche rara eccezione, è per i più riflessivi. Sappiate farne buon uso!

Emanuela Colatosti

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *