Il prossimo 8 febbraio farà il suo ingresso nelle sale cinematografiche italiane il film “L’ultima discesa“, con protagonisti attori del calibro di Josh Hartnett, Mira Sorvino e Sarah Dumont. La storia si basa sull’esperienza raccontata nella biografia del campione olimpionico di hockey su ghiaccio Eric LeMarque.
La pellicola è diretta dal regista Scott Waugh ed è stata realizzata con il nuovo formato panoramico Escape, tecnica in grado di far immergere totalmente lo spettatore nella storia che vede sul grande schermo. “L’ultima discesa” parla dello straziante tentativo del protagonista di sfuggire alla morte nella zona dell’High Sierra in California, durante una tremenda tormenta di neve che lo colpisce durante una discesa con lo snowboard fuori pista. Qui sotto vi mostriamo il trailer ufficiale italiano dell’opera, ma avrete anche la possibilità di leggere la trama.

La sinossi:

Eric LeMarque, un ex giocatore di hockey professionista, dopo aver causato un incidente automobilistico fugge sulle montagne in cerca di adrenalina facendo dello snowboard. Dovendo fare i conti con una dipendenza da metanfetamine e una vita che gli sta sfuggendo di mano, Eric decide di prendersi un giorno per staccare, ignorando i numerosi avvertimenti sull’imminente arrivo di una tempesta. Durante un’imponente tormenta di neve LeMarque si allontana dalla pista perdendo l’orientamento. Nessuno sa che si è perso, nessuno sa dove si trova. È completamente solo.  In un primo momento il campione non si rende conto di quanto la situazione sia disperata e cerca di trovare un riparo e dell’acqua. Le sue condizioni precipitano quando è inseguito da un branco di lupi e precipita in un ghiacciaio.  Intanto Susan (Mira Sorvino), la madre di Eric, intuisce che qualcosa non va e inizia a ripercorrere i movimenti del figlio.  Con l’avanzare del congelamento e la continua lotta per la sopravvivenza, Eric è costretto a mangiare la sua stessa carne, mentre la preoccupazione della madre la porta e mettere in atto un disperato tentativo di salvataggio, anche se la squadra di recupero pensa sia ormai troppo tardi.  Quando Eric si rende conto dell’arrivo dei soccorsi, la sua unica chance di farsi localizzare dai soccorritori è arrampicarsi su una parete rocciosa alta 1300 metri, ma il suo corpo inizia a cedere.

Il trailer:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.