Arriva in Italia “Fahrenheit 11/9”, il nuovo documentario di Michael Moore, che sarà prima distribuito nelle sale cinematografiche da Lucky Red dal 22 al 24 ottobre e poi andrà in onda sul canale La7. Restando fedele al suo stile ironico, Michael Moore non risparmia nessuno. Il titolo si rifà direttamente al suo celebre “Fahrenheit 9/11”, vincitore della Palma d’Oro nel 2004, che raccontava i fatti dietro alla tragedia delle Torri Gemelle e all’amministrazione Bush.
14 anni dopo il capo di stato al centro dell’attenzione del regista è Donald Trump e la data da cui parte è il 9 novembre 2016, giorno della sua elezione come 45esimo Presidente degli Stati Uniti. Il film è stato presentato alla Festa del Cinema di Roma e parte dal giorno del voto per un lungo flashback alla ricerca dei fatti che hanno portato allo storico e scioccante risultato, investigando gli errori del partito democratico e repubblicano.
Alla presentazione del film a Roma, Michael Moore ha parlato anche della situazione in cui versa attualmente il nostro Paese: “L’ultima cosa che vi occorre è un americano che vi dica cosa fare” – chiarisce il regista – “Eppure io crescendo grazie all’Italia ho fatto delle straordinarie esperienze: cinema certo, ma anche letteratura, teatro, i vostri ideali e il vostro sistema (…) è uno dei migliori al mondo. Senza parlare del fatto che quando sono venuto qui per la prima volta trent’anni fa ho mangiato un pomodoro di cui non dimenticherò mai il sapore, (…) ed è un paradosso perché il pomodoro viene dagli Stati Uniti (…), ma sono dovuto venire in Italia per assaporarne il verso sapore. Quello che l’Italia può offrire al mondo è così tanto e profondo che io vi imploro: siate ancora l’Italia, ma non quella che dicono i politici ‘prima gli italiani’, quella che ho conosciuto. Abbiamo bisogno di voi, il mondo ha bisogno di voi.“.
Curiosi di vedere “Fahrenheit 11/9”?
A seguire avrete modo di vedere il trailer ufficiale italiano del documentario.

Trailer ufficiale italiano:

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *