Il 20 dicembre arriva nelle sale cinematografiche italiane “Bumblebee”, nuovo episodio spin-off della saga  dei “Trasformers”.
A prestare la voce al robot amato grandi e piccini sarà il talentuoso pallavolista Ivan Zytev che, anche grazie alla sua imponente fisicità, è risultato fin da subito particolarmente adatto a dare anima al maggiolino giallo più famoso di sempre.
Era il 2007 quando fu rilasciato nei cinema “Trasformers”, primo adattamento per il grande schermo della celebre serie animata nippo-americana prodotta a partire dal 1984, a sua volta nata dal successo commerciale di una linea di giocattoli.
Al primo film sono seguiti quattro sequel: “Transformers – La vendetta del caduto” nel 2009, “Transformers 3” nel 2011,“Transformers 4 – L’era dell’estinzione” nel 2014 e “Transformers – L’ultimo cavaliere” uscito nel 2017.
Un’idea di base molto semplice ha fruttato in 12 anni, contro le aspettative dei suoi stessi creatori, 4,3 miliardi di dollari al botteghino, divenendo in poco tempo un successo planetario.

Il trailer:

Bumblebee” non è il sequel di “Transformers – L’ultimo cavaliere”, ma seguendo un’altra linea narrativa, ambientata 20 anni prima del primo capitolo, risulta essere piuttosto un prequel della saga.
Il film, diretto dal regista Travis Knight e scritto da Christina Hodson, si addentra in un territorio fin’ora poco esplorato dalla serie, quello dei sentimenti e delle emozioni, restando comunque innanzi tutto uno spettacolo d’azione. Il celeberrimo gigante acquista per la prima volta un lato più dolce, premuroso e “umano”, attraverso una storia che mette al centro l’amicizia.
Tra gli interpreti principali da citare vi sono anche Hailee Steinfeld e John Cena.

La sinossi:

È il 1987 e Bumblebee, durante la sua fuga, trova rifugio in una discarica in una piccola città balneare della California. Charlie (Hailee Steinfeld), alla soglia dei 18 anni e alla ricerca del suo posto nel mondo, trova Bumblebee, sfregiato dalle battaglie e inutilizzabile. Quando Charlie lo fa rivivere, capisce subito che non si tratta di un normale VW bug giallo.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *