La domanda resta sempre la stessa: cosa fare ad Halloween? quest’anno il consiglio arriva dal cinema, perchè infatti torna nelle sale “The Shining“, cult horror diretto da Stanley Kubrick tra il 1978 ed il 1979, tratto dall’omonimo best-seller di Stephen King, padre dei libri di paura più conosciuti in tutto il mondo.
“The Shining” narrava la storia di Jack Torrance interpretato da uno straordinario Jack Nicholson: Jack era uno scrittore in crisi esistenziale che per ritrovare l’ispirazione decideva di intraprendere un lavoro tanto insolito quanto ordinario, quello cioè di guardiano nella stagione invernale presso l’Overlook Hotel nelle vicinanze delle Montagne Rocciose. La storia iniziava cosi quindi, Jack Torrance partiva con sua moglie Wendy e il loro piccolo figlio di sette anni Danny, ignari che quel viaggio avrebbe stravolto per sempre le loro vite.
A distanza di quarant’anni il cult movie più inquietante dopo “The Exorcism“, “Hellraiser“, “Nightmare” ed “IT“, torna nelle sale nella versione da 119 minuti, solo nelle date del 31 ottobre, del 1 e del 2 novembre. Durante l’evento speciale sarà proiettato ancor prima della visione del cult movie, un cortometraggio intitolato “Work and Play“. Si tratta di un omaggio alla frase che il personaggio di Nicholson scriveva maniacalmente sulla sua macchina da scrivere:

All work and no play makes Jack a dull boy“.

Sarà dunque un evento speciale a 360°, che coinvolgerà non solo gli appassionati del genere ma anche chi vorrà allargare i suoi orizzonti. Basti pensare alle nuove serie tv targate Netflix, come “Stranger Things“, prossimamente sul piccolo schermo con la seconda stagione, oppure al remake in uscita il prossimo 19 ottobre 2017 di “IT” e ancora alla serie “The Mist“, per intuire che le storie di paura avranno sempre una freccia da tirare al proprio arco, l’essere senza tempo.
Noi vi abbiamo avvertito… Nel frattempo ripassatevi il trailer!

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *