Ucitelka/The Teacher” è una commedia cecoslovacca dai toni tragicomici, magistralmente mixati e dosati grazie alle menti del regista praghese Jan Hrebejc e dello sceneggiatore Petr Jarchovsky. “Ucitelka/The Teacher” è stato presentato in competizione ufficiale nel 2016 presso il Festival di Karlovy Vary, che gli è valso il premio come Miglior Attrice per la formidabile interpretazione di Zuzana Maurèry, nei panni dell’insegnante Maria Drazdechovà.  Jan Hrebejc è tra i registi di maggior successo nella cinematografia ceca attuale, dopo il successo nel 2001 con “Divided We Fall”, candidato all’Oscar come Miglior Film Straniero.
“The Teacher” è la storia delle ingiustizie, delle etichette e di come la società ripaghi i più furbi e venduti, dimenticando i valori e la morale umana. Hrebejc presenta con sguardo acuto grazie anche ad un montaggio alternato sin dalle prime sequenze, la raccapricciante storia di Maria Drazdèchovà, insegnante vivace di un liceo della Bratislava del lontano 1983 con strane idee circa le modalità del suo insegnamento. Maria,“The Teacher”, ha un aspetto dolce che di certo non sembra incutere inizialmente il timore dei suoi allievi, sin dai primissimi piani infatti appare molto comprensiva, soprattutto all’inizio dell’anno scolastico, quando tutto deve essere ancora deciso. E’ il momento delle presentazioni durante l’appello a smascherare in realtà molti nei nella sua vivace personalità. Ad ogni alunno verrà richiesto non solo il proprio nome e cognome, ma anche il mestiere dei propri genitori, definendo cosi la sua carriera scolastica. La presentazione dei genitori scatena quindi l’azione drammatica ed allo stesso tempo comica del film.

Lo sguardo del regista è antropologico e regala allo spettatore una possibilità unica: capire che, a dispetto delle nostre radici culturali cosi diverse ad una mera osservazione, la famiglia è un tema che accomuna tuttora ogni individuo. I bambini di Jan Hrebejc dovrebbero rappresentare gli adulti del domani ma nella pellicola non c’è spazio per il riscatto di un futuro migliore. Persino nella moderna Cecoslovacchia, ogni adolescente è inesorabilmente vittima delle orme tracciate dai propri padri e per difendersi non resta che piegarsi alle infime ed immorali pretese di Maria Drazdechovà, grottesco quanto curioso personaggio, curato nei minimi particolari, a cominciare dal suo look molto estroso. Hrebejc disegna con grande verosimiglianza diverse tipologie familiari, inserendo tutti gli stereotipi possibili affinché i conflitti generati dalla crudele insegnante siano evidenti. Ci sono famiglie che arrancano faticosamente alla fine di ogni mese, ci sono famiglie di primati e medici, quelle di operai, di padri senza mogli, di fruttivendoli e pensionati, di donne sole e casalinghe, di parrucchiere sciocche e di giudici opportunisti quasi più della stessa insegnate.
Nonostante le vite dei liceali e dei rispettivi genitori siano spesso profondamente drammatiche, “The Teacher” intrattiene il pubblico, alleggerendo i toni di una recitazione mai scontata, molto teatrale nei notevoli scambi di battute, con una speciale attenzione al rapporto uomo-donna ed alle infinite possibilità di ogni personaggio intrappolato solo temporaneamente in un universo gratuitamente disonesto. “The Teacher” emoziona e fa sorridere, ma soprattutto fa ben sperare in un futuro migliore, possibile solo rimanendo se stessi e non piegandosi di fronte ai limiti imposti.
“The Teacher” è una lezione da non dimenticare, al cinema dal 7 settembre 2017!

Silvia Pompi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.