Con il film intitolato “Il Cratere”  gli autori, registi e produttori Silvia Luzi e Luca Bellino hanno debuttato alla 32esima settimana della critica di Venezia in concomitanza con la 74esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.
Il Cratere” vuole essere un’analisi sul rapporto padre-figlia in un contesto, quello della Campania sottoproletaria, sempre più in rilievo nello scenario cinematografico nazionale. Per la prima volta sul grande schermo la splendida performance della giovanissima Sharon Caroccia che, insieme a Rosario Caroccia, vestono i panni di loro stessi, cioè quelli di padre e figlia. Nel cast figurano anche gli attori Tina Amariutei, Assunta Arcella, Imma Benvenuto, Eros Caroccia, Mariaelianna Caroccia, Rosario Caroccia Junior, Rosario Petrone, Davide Russo, e Genny Valentino.
L’opera prima di Silvia Luzi e Luca Bellino è stata prodotta da Tfilm con Rai Cinema con il contributo economico del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e la Direzione Generale Cinema in collaborazione con Britdoc, Pulse Films e con il sostegno di Filtex srl.
Il Cratere” è l’unico film che rappresenterà l’Italia dal 25 ottobre al 3 novembre 2017 in occasione del Festival di Tokyo.
La rassegna cinematografica si presenta ricca di titoli anche grazie ai festeggiamenti per i cento anni dell’animazione giapponese, che vedrà come ospite il creatore di “Doraemon” Keiichi Hara.
Tanti i nomi di rilievo come quello di Steven Soderbergh e il premio Oscar “Al Gore” che chiuderà il Festival con “An Inconvenient Sequel” e con il premiato dall’Academy nel 2007 “Una scomoda verità”.
La giuria sarà presieduta da Tommy Lee Jones, che sceglierà tra i 15 titoli del concorso internazionale, tra cui l’ultimo film del Leone d’Oro Margaret Von Trotta e del regista turco Semih Kaplanoglu, Orso d’Oro a Berlino e un dramma femminile con protagonista Vanessa Paradis. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *