A Ciambra“, il film di Jonas Ash Carpignano prodotto anche da Martin Scorsese, è stato scelto dalla commissione dell’Anica per rappresentare il nostro paese alla notte degli Oscar 2018 come miglior film straniero,  su invito dell’ Academy of Motion Picture Arts and Sciences, riunitasi davanti a un notaio e composta da Nicola Borrelli, Cristina Comencini, Carlo Cresto-Dina, Felice Laudadio, Federica lucisano, Nicola Maccanico, Malcom Pagani, Francesco Piccolo. 
Dopo “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi, “A Ciambra” racconta la vita di una comunità Rom di Gioia Tauro attraverso il punto di vista del protagonista, l’adolescente Pio. “A Ciambra” ha segnato nell’incontro con il mondo dei migranti di Rosarno e con la comunità Rom stessa, il regista trentatreenne con all’attivo due film ed alcuni cortometraggi proprio in quell’ambiente. Jonas Ash Carpignano è infatti un filmaker Italoamericano cresciuto diviso tra Roma e New York, questo è solo il suo secondo film dopo “Mediterranea” pellicola quest’ultima visibile presso il cinema Sacher di Nanni Moretti.
Il regista si è detto molto emozionato e quasi sotto shock alla notizia della sua candidatura agli Oscar 2018, appresa dopo aver lasciato la festa dei Santi Cosimo e Damiano, la più importante per la comunità nomade di Rosarno, Catanzaro e Gioia Tauro, Carpignano ritiene fortemente che questo incontro in particolare sia stato decisivo in merito alla fortunata notizia.
L’ultimo film italiano vincitore di statuette è stato “La Grande Bellezza” diretto da Paolo Sorrentino, la cerimonia si terrà a Los Angeles il prossimo 4 marzo 2018, il 23 gennaio verranno annunciate le cinquine di candidati, a dicembre invece la shortlist dei nove.
Staremo a vedere, nel frattempo godetevi il trailer di “A Ciambra” !

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *