Esce oggi “Quando Dio ti ha inventata“, il nuovo brano di Emanuele Aloia, colui che unisce insieme musica, arte e letteratura, sue passioni da sempre. E se nei brani “L’urlo di Munch“, “Girasoli” (Disco d’Oro) e “Il bacio di Klimt” (Doppio Disco di Platino) l’artista torinese si rifà ai famosi quadri, in “Quando Dio ti ha inventata” spiega che “Mesi fa scrissi una canzone, una di quelle canzoni che non è facile da definire. Ci vedo dentro tutte le sfumature della vita che forse, è l’opera d’arte più bella tra tutte quelle che avrei potuto citare. Non ha un titolo di un dipinto perché questa volta non sarebbe bastato. Dentro ci sono l’Amleto di Shakespeare, Bukowski, Chagall, Modigliani e Michelangelo che con ‘’La creazione’’ ne incarna il senso più profondo. Non so per chi io l’abbia scritta, so solo che è un brivido lungo la schiena.”.
Di brividi Emanuele Aloia ne ha fatti provare. “Il bacio di Klimt” ha raggiunto in poche settimane la prima posizione in Viral Spotify, la vetta dei principali Digital Stores e il secondo posto nella TOP 50 Spotify. È inoltre una delle canzoni più utilizzate in Italia su TikTok e a fine 2020 si è aggiudicata la #20 posizione nella classifica dei pezzi più acquistati dell’anno all’interno della TOP 100 FIMI Italia.
Ora “Quando Dio ti ha inventata” anticipa il suo prossimo progetto discografico. Quali sorprese ci riserverà Emanuele Aloia?
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *