Musement, il servizio leader per la prenotazione di esperienze di viaggio ha lanciato “Raffaello500”, un museo virtuale che riunisce oltre 100 opere di Raffaello, custodite in 30 città e 11 Paesi diversi. Con questa mostra, Musement celebra infatti l’anniversario dei 500 anni dalla morte dell’artista, realizzando una piattaforma che associa arte e scoperta e, allo stesso tempo, uno strumento in grado di far viaggiare stando comodamente seduti davanti al proprio laptop, tablet o smartphone. L’intento è quello di ispirare tutti gli esploratori virtuali e dare loro la possibilità di lasciarsi incantare da uno dei geni più importanti della storia.

“Raffaello500” è un percorso museale virtuale alla scoperta dei capolavori più famosi ed alcune delle gemme artistiche meno conosciute del grande pittore e architetto italiano, custodite ora nelle più celebri istituzioni culturali del mondo. Tra Italia, Spagna, Francia, Inghilterra, Germania, Scozia, Ungheria, Austria, Russia, Stati Uniti d’America e Brasile sono più di 30 le città incluse in questo lungo percorso digitale.
Il viaggio inizia con un semplice clic e, proprio come se ci si trovasse ai Musei Vaticani, al Louvre, alla Galleria degli Uffizi, al Prado, a Villa Borghese o al Museo dell’Ermitage, ogni appassionato d’arte potrà fare un salto nel tempo di 500 anni, alla scoperta della propria opera preferita o scoprirne di nuove.
Si viaggerà poi alla National Gallery di Londra e al Victoria and Albert Museum al Kunsthistorisches Museum di Vienna, alla Gemäldegalerie e al Bode Museum di Berlino e all’Alte Pinakothek di Monaco di Baviera.

Per Musement il mondo non ha confini e per questo, con pochi clic, sarà possibile lasciarsi incantare anche dalle tante opere di Raffaello custodite negli Stati Uniti d’America, in Brasile e in Russia dove, tra Detroit, New York, Pasadena, Worcester, Baltimora, Boston, Washington, San Paolo e San Pietroburgo, sono disponibili moltissime tavole di finissima pittura. Un viaggio per riscoprire l’autenticità del pittore e architetto che in solo 37 anni di vita seppe cambiare le sorti della storia dell’arte a livello mondiale.

QUI il link del “Raffaello500”, museo virtuale dedicato a Raffaello.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *