Fino al 5 aprile 2020, presso la meravigliosa cornice del Castello Visconteo Sforzesco di Novara è possibile visitare e ammirare la mostra dal titolo “Divisionismo. La rivoluzione della luce”.
L’esposizione, curata dalla nota studiosa Annie-Paula Quinsac, è organizzata in 8 sezioni tematiche e conta oltre 70 opere provenienti da importanti musei, istituzioni pubbliche e collezioni private che spiccano per bellezza e qualità.
Visitando il percorso artistico di “Divisionismo. La rivoluzione della luce”, ci si trova di fronte alle opere dei più famosi divisionisti italiani, tra cui Giovanni Segantini, con alcune delle sue celebri vedute montane come “Dopo il temporale” (1883-1885), “Savognino sotto la neve” (1890), “All’ovile” (1892), e con i disegni tra cui “La Natura” (1898). Altri artisti protagonisti della mostra sono Angelo Morbelli, che ritrasse commoventi scene di anziani in solitudine e meravigliosi paesaggi innevati e Giuseppe Pellizza da Volpedo, a cui è dedicata un’intera sala con le opere “Il Mediatore” (1801), “Il Ponte” (1893-1894), “Sul fienile” (1893-1894) e “La processione” (1893-1895).

Impossibile non citare Gaetano Previati con la sua magnifica “Maternità” (1890–1891) e con le altre opere “Sacra famiglia” (1902), “Il vento o Fantasia” (1908) e “La migrazione in val padana” (1916-1917). La mostra espone anche i paesaggi di Carlo FornaraFontanalba” (1904-1906), “Vespero d’inverno” (1912-1914) e “Ora radiosa” (1924-1925) e i dipinti di denuncia sociale di Emilio LongoniL’oratore dello sciopero” (1890-1891) e “Riflessioni di un affamato” (1894). Di Plinio Nomellini sono invece esposti “La Diana del lavoro” (1893) e i paesaggi “Baci di sole” (1908) e “Sole e brina” (1905-1910).
A completare il percorso espositivo sono i precursori del Divisionismo come Tranquillo Cremona e Daniele Ranzoni e gli artisti Vittore Grubicy, Giovanni Sottocornola, Achille Tominetti e Cesare Maggi.
Promossa e organizzata dal Comune di Novara, dalla Fondazione Castello Visconteo e dall’Associazione METS Percorsi d’arte, l’esposizione è nata e si sviluppa in collaborazione con ATL della Provincia di Novara ed è patrocinata dalla Commissione Europea e dalla Provincia di Novara. Inoltre è sostenuta da Banco BPM, dalla Regione Piemonte, dalla Fondazione CRT e da Esseco s.r.l..

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *