Si aprirà giovedì 5 novembre presso il Centro “La Scaglia” di Civitavecchia la mostra “Civitavecchia Waterfront/Frammenti di una città-porto, tra tradizione e innovazione”. Attraverso l’occhio del fotografo di fama internazionale Roberto Rocco, si metterà in risalto il rapporto del Comune romano con il territorio, con il suo mare ed il suo porto. Un viaggio in bianco e nero alla scoperta di una cittadina in piena fase di rigenerazione urbana.

“Civitavecchia Waterfront” farà parte del progetto di rebranding del Centro “La Scaglia”, che per richiamare il nuovo logo e massimizzare l’effetto spettacolare dell’esposizione installerà due container portuali: “I container, da oggi“, – afferma la direttrice del Centro Francesca Ferri – “entreranno a far parte della nostra identità perché ‘La Scaglia’ è parte integrante di questa straordinaria realtà: marittima, industriale, commerciale, in continuo fermento ed evoluzione. Siamo tutti legati ad un’unica “rete” e gli scatti di Rocco non fanno che testimoniare questo indissolubile binomio tra tradizione e innovazione.”.

La mostra ‘Civitavecchia Waterfront’” – dichiara il curatore artistico Marco Eugenio Di Giandomenico – “è un’operazione culturale sostenibile pensata e organizzata dal Centro Commerciale ‘La Scaglia’, comprendente varie iniziative di valorizzazione territoriale, dalla mostra fotografica di Rocco a un contest per gli studenti fotografi con l’obiettivo di promuovere un luogo urbano, commerciale e naturale baricentrico di interessi non solo turistici, ma anche politici, militari ed economici nella sua lunga storia pluricentenaria.”.

Un importante partner è infatti l’Istituto Superiore di Fotografia di Roma, che coinvolgerà gli studenti nella realizzazione di foto sul tema “Il rapporto di Civitavecchia ed il Centro La Scaglia”. La migliore foto sarà premiata con un buono da 500 euro da spendere all’interno del Centro e lo scatto sarà scelto da una giuria composta dal fotografo Roberto Rocco, Anna Macaluso (Coordinatrice didattica dell’Istituto) e Francesca Ferri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *