Apre ufficialmente oggi, mercoledì 30 ottobre 2019, la mostra di Luigi Valadier alla Galleria Borghese di Roma con oltre 90 pezzi di grande bellezza.
Materiali come argento, bronzo dorato, granito, velluto, porfido rosso, lapislazzuli e pietre dure sono stati modellati con grande cura e raffinatezza dando vita ad tanti piccoli e grandi oggetti d’arte.
Luigi Valadier è il padre del celebre architetto che si è occupato della sistemazione urbanistica di Piazza del Popolo a Roma, e durante la sua carriera artistica ha instaurato rapporti con influenti famiglie e autorità settecentesche, tra cui il principe Marcantonio Borghese.

Oggi è proprio la Galleria Borghese ad ospitare tanti suoi capolavori in un percorso che, come spiega Anna Coliva, direttrice della galleria e curatrice della mostra “Permette di seguire la costruzione e l’evoluzione di uno stile che dominerà l’Europa e farà di Roma il centro del mondo” e che “Si snoda dall’infinitamente piccolo all’infinitamente grande.”.

Tra gli oggetti di Valadier in esposizione, oltre a diverse opere sacre e trionfai centrotavola, ci sono un cucchiaio e una caffettiera con le iniziali coronate del principe Camillo Borghese, una terrina con lo stemma Chigi della Rovere e un cofano per bottiglie con lo stemma del cardinale Enzo Benedetto Stuart duca di York. I visitatori troveranno inoltre il busto reliquiario di San Bernardino da Siena, il servizio pontificale del Cardinal Orsini e una specchiera con la stella a otto punte agli angoli forse commissionata da Papa Pio VI Braschi.
Alla mostra sarà possibile inoltre ammirare le monumentali lampade in argento e bronzo dorato realizzate per il santuario di Santiago de Compostela, rientrate in Italia solo per questa occasione e il bronzo del San Giovanni Battista, in prestito dal Battistero San Giovanni in Fonte al Laterano.

La mostra è visitabile da oggi fino a domenica 2 febbraio 2020, dal martedì alla domenica dalle ore 9.00 alle ore 19.00 con ultimo ingresso alle 17.00.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *