Dal 15 marzo al 16 giugno 2019, in occasione del centenario della morte di Angelo Morbelli, artista piemontese di nascita ma milanese di adozione, alla Galleria d’Arte Moderna di Milano sarà in esposizione la mostra “Morbelli. 1853-1919”. Si tratta di un appuntamento imperdibile per approfondire aspetti e prospettive relativi alla funzione e all’importanza di questo artista che, con il suo lavoro, ha indubbiamente segnato il percorso della pittura tra fine ‘800 e inizio ‘900, contribuendo al processo di trasformazione ed evoluzione della pittura verso quella moderna. Nell’opera di Angelo Morbelli la dimensione realistica e la dimensione simbolica coesistono parallelamente. Tra i temi cari all’artista troviamo la stessa realtà che troviamo nelle sue opere, soggetti a carattere sociale ai quali Morbelli dedica la propria pittura e che lo accompagnano lungo l’intenso percorso artistico.

La Galleria d’Arte Moderna di Milano renderà infatti omaggio a uno dei protagonisti della grande rivoluzione divisionista tra Otto e Novecento. L’esposizione che presenta una selezione di opere fondamentali, alcune mai prima esposte, atte a documentare l’evoluzione del percorso artistico di Morbelli e le sue tematiche di elezione. Saranno presentate oltre 30 opere del maestro provenienti dai più importanti musei italiani ed europei, tra cui il Musée d’Orsay di Parigi, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, la Galleria Internazionale d’Arte Moderna Ca’ Pesaro di Venezia e la Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino.

La rassegna che vedrà Angelo Morbelli nuovamente sulla scena espositiva milanese dopo moltissimi anni di assenza, intende documentare alcuni degli aspetti salienti della sua produzione, dalla sperimentazione tecnica nell’uso del colore all’elaborazione di alcune tematiche specifiche che costituiranno i soggetti delle diverse sezioni della mostra.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *