Dallo scorso 22 dicembre e fino al 17 marzo 2019, l’arte di Le Corbusier è in mostra al Museo Nivola di Orani, in provincia di Nuoro.
Promosso da Fondazione di Sardegna con Fondazione Nivola e con il patrocinio dell’Assessorato del turismo, artigianato e commercio della Regione Autonoma della Sardegna, “Le Corbusier. Lezioni di modernismo” porta allo scoperto il lato artistico di uno degli architetti più importanti del ‘900.
L’artista infatti, dal 1918 alla seconda metà degli anni ’20, partendo dalle geometrie del periodo purista, è entrato in contatto con le influenze del surrealismo, di Picasso e di Léger e ha sviluppato un linguaggio sintetico molto potente e suggestivo fatto di oltre 300 opere disegnate. Tra queste, la mostra ne ha riunite 64, divise tra America ed Europa, che presentano oggetti quotidiani geometrizzati e nature morte, ma anche figure umane, volti e nudi femminili.

Degni di nota sono inoltre gli schizzi preparatori per diverse pitture murali e le sperimentazioni della tecnica del sandcasting, ossia calchi in gesso da una matrice in sabbia.
Oltre che portare allo scoperto la produzione grafica di Le Corbusier, l’esposizione ha lo scopo di rendere noto il rapporto di amicizia tra l’artista e Costantino Nivola, nato nel 1946 a New York, quando il primo era stato incaricato di progettare il Palazzo delle Nazioni Unite. Durante il suo soggiorno, lo studio dell’italiano gli è servito da rifugio, ma allo stesso tempo egli gli è anche stato prezioso nel passaggio dallo stile espressionista a quello modernista. I disegni di Le Corbusier sono stati degli spunti per Nivola in fatto di rigore progettuale e libertà creativa.
La mostra, curata da Giuliana Altea, Antonella Camarda, Richard Ingersoll e Marida Talamona, è aperta lunedì, martedì, giovedì e domenica dalle ore 10.30 alle ore 13.30 e dalle ore 15.30 alle ore 19.30, mentre venerdì e sabato dalle ore 10.30 alle ore 13.30 e dalle ore 15.30 alle ore 20.00.

INFO –> QUI

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *