Appuntamento dal prossimo 11 ottobre al 9 febbraio 2020 per un evento speciale dedicato al Futurismo: dopo la grande mostra sui Surrealisti nella stagione 2018-2019, le avanguardie del Novecento arriveranno a Palazzo Blu a Pisa con una rassegna dedicata al Futurismo curata da Ada Masoero.

Intitolata proprio “Futurismo“, l’esposizione metterà a disposizione più di 100 opere dei maestri del movimento di avanguardia da 29 prestatori tra i quali figurano collezionisti privati e prestigiosi musei italiani, come la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, il Museo del Novecento, il Castello Sforzesco e la GAM di Milano, il MART di Rovereto e il Museo Caproni di Trento.

La mostra di propone, per la prima volta, di provare come i più grandi tra gli artisti futuristi seppero rimanere fedeli alle riflessioni teoriche enunciati nei manifesti, traducendole in immagini dirompenti e innovative.

Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Gino Severini, Fortunato Depero, Carlo Carrà, Luigi Russolo sono solo alcuni dei protagonisti di un viaggio che ripercorrerà l’avventura futurista in ogni sua dimensione: dalle sperimentazioni più precoci agli strascichi degli anni ’30, esplorando temi come la guerra, le macchine o la concezione dell’universo e muovendosi tra pittura, scultura, architettura, fino al design e alle cosiddette parole in libertà. Decisamente ampio lo spazio riservato ai dipinti, cui si affiancheranno oggetti tridimensionali, disegni e progetti raramente esposti.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *