Dal 7 dicembre al 24 maggio 2020 le sale del Museo Civico di Bologna ospiteranno la mostra “Etruschi. Viaggi nelle terre dei Rasna”. 1400 reperti, tra statue di pietra e metallo, vasi decorati, fregi ed elementi architettonici, ornamenti per la persona e oggetti di vita quotidiana, verranno esposti per raccontare la storia del popolo etrusco di cui si sa ancora ben poco. Eppure i Rasna, il nome con cui gli Etruschi chiamavano se stessi, dominarono gran parte del nostro Paese e furono “il focolaio determinante della civiltà italiana”, così come li definì il latinista ed etruscologo Jacques Heurgon.

“Etruschi. Viaggi nelle terre dei Rasna” intende portare alla luce i suggestivi paesaggi e le magnifiche scoperte archeologiche appartenenti al popolo che influenzò la cultura romana. La mostra si dividerà in due parti: una parte introduttiva sulle origini degli etruschi e un’altra più immersiva in quei luoghi lontani e misteriosi. Sarà messo in risalto il rapporto con Bologna, di cui si è potuto ripercorrere con esattezza lo sviluppo grazie agli interessanti ritrovamenti legati al popolo etrusco.

Il progetto è promosso in collaborazione con la Cattedra di Etruscologia e Antichità Italiche dell’Università degli Studi di Bologna e realizzato dalla casa editrice Electa.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *