Instagram è ormai la piattaforma più utilizzata per conoscere e farsi conoscere ed il progetto editoriale “Feci d’artista” di Eleonora Rebiscini nasce proprio con lo scopo di promuovere l’arte ed i giovani artisti esclusivamente attraverso il social network fotografico. Una rubrica divulgativa che mira allo stesso tempo ad aiutare gli artisti nella gestione dei propri profili social e nell’elaborazione di una strategia comunicativa che non si limiti alla semplice pubblicazione di un post ad opera finita, ma che mostri l’intero processo creativo, dalla fase di ideazione a quella di realizzazione.

La mente dietro tutto questo è la romana Eleonora Rebiscini, 27 anni, una laurea in Scienze dell’Arte e ben due master: uno in Economia delle Imprese Creative e un altro in Economia dell’Arte e dei Beni Culturali. Da sempre appassionata di arte e media digitali, è riuscita ad unire i due mondi e a lavorare con entrambi. Dopo alcune esperienze lavorative, tra cui quella da assistente curatoriale al MAXXI di Roma, si rende conto che qualcosa non va: “Mi piaceva l’arte ma non il modo in cui veniva vista dagli altri” – spiega Eleonora – “Come posso comunicare l’arte online? Perché le persone non capiscono l’Arte Contemporanea? Perché i Musei dove vado sono sempre vuoti? Instagram potrebbe cambiare qualcosa?”.  Ed è proprio Instagram la risposta ai suoi interrogativi e, per sfruttarne al meglio il potenziale, decide di affinare le sue competenze in ambito social media, copywriting, e-commerce. In altre parole, il digital marketing. “Feci d’artista” vuole essere questo: una vetrina con contenuti di valore che si serva di un valido digital marketing.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *