Con buona pace degli allergici al polline, la primavera è finalmente iniziata e con essa il MIBACT ha indetto un’iniziativa artistico-culturale riassumibile dall’hashtag #fiorinellarte. L’idea è di condividere con i canali social del MIBACT (per esempio @museitaliani) tutto ciò che rientri in #fiorinellarte. Saranno oltre 420 i luoghi istituzionalmente adibiti alle esposizioni artistiche e culturalimusei e parchi archeologici ─  ad aderire all’iniziativa.
Fiori come protagonisti di nature morte, fiori come dettagli di quadri o sculture, fiori come motivi ornamentali di luoghi di culto, fiori sbocciati con la primavera in giardini comunali o regali, fiori come simboli all’interno di chiese: l’importante è renderli soggetti delle proprie fotografie e condividerli sui social network. Sono ben 65 le locandine che hanno aperto l’iniziativa: il MIBACT ha incoraggiato i visitatori dei siti museali con “Flora“, allegoria della primavera affrescata su un muro di Villa Arianna ed ora conservata presso il Museo Archeologico di Napoli, con le celeberrime Ninfee rosa di Claude Monet, esposte alla Galleria Nazionale d’arte Moderna e Contemporanea di Modena, il Girasole di Bimbi, nel Museo della natura morta presso la Villa Medicea di Poggio a Caiano.
Per una volta sono le istituzioni a prendere esempio dalle grandi rivoluzioni che spesso smuovono consensi e likes sui social network. Come anche le campagne spontanee di sensibilizzazione all’arte, che hanno portato utenti di tutto il mondo a riaprire il proprio libro preferito per cercare quella citazione importante, a cercare reperire informazioni su un pittore che non ci era mai capitato di incrociare prima sul nostro cammino perché un amico ce l’ha nominato, #aprilealmuseo è un’interessante invito ministeriale ad aguzzare gli occhi per scovare i #fiorinellarte più rari e curiosi.
Il reportage a cura dei #museitaliani è già stato pubblicato sul SITO del MIBACT.
E voi? Cosa aspettate a pubblicare la vostra personale prospettiva di un’opera famosa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.