Quest’anno è iniziato all’insegna della cultura, proponendo numerosi eventi in tutto il Paese e tantissime mostre. Per citarne alcune a Roma, presso i Musei Capitolini, dal 07 dicembre scorso sino al 22 aprile 2018 ci sarà “Il Tesoro di Antichità”, mostra che celebra l’istituzione del Museo Capitolino come primo museo pubblico d’Europa, grazie alla personalità del fondatore dell’archeologia moderna, Johann Joachim Winckelmann (1717-1768). Sempre restando nella Capitale, presso il Colosseo, dall’08 marzo 2017 all’11 marzo 2018 c’è “Colosseo. Un’icona”, che ripercorre la lunga e intensa vita dell’anfiteatro Flavio nei secoli. E ancora presso Cinecittà Teatro 1, dal 20 dicembre scorso al 7 maggio 2018 sarà visibile l’evento “Cinecittà”, 80 anni di storia cinematografica italiana raccontati dai volti, dai divi, dalle icone più amate, dai set e dai grandi registi della nostra memoria collettiva. Presso il MACRO, poi, dal 19 gennaio al luglio 2018 si svolgerà “The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains”, un viaggio audiovisivo di uno dei gruppi rock più iconici del mondo e al Palazzo delle Esposizioni dal 7 ottobre 2017 fino al prossimo 21 gennaio ci sarà “Mangasia: Wonderlands of Asian Comics”, mentre dal 7 febbraio 2018 al 6 maggio 2018 sarà visitabile “Cesare Tacchi. Una retrospettiva”. Alle Scuderie del Quirinale, da marzo 2018 – più di 200 opere del maestro Utagawa Hiroshige, tra i più celebri artisti del “Mondo Fluttuante”, che segna con la sua opera la grande svolta estetica della storia dell’arte giapponese a partire dal Seicento.
Spostandoci in altre città, troveremo a Venezia presso il Palazzo Loredan, dal prossimo 12 gennaio sino al 30 giugno sarà presente “Il mondo che non c’era. L’arte precolombiana nella Collezione Ligabue”, un’esposizione dedicata alle tante e diverse civiltà, dai Maya agli Aztechi o agli Inca, per ricordarne alcune, che hanno tessuto la vita del continente sudamericano prima dell’arrivo degli europei. Sempre a Venezia, al Peggy Guggenheim dal 27 gennaio 2018 al 1 maggio 2018 sarà visitabile la mostra “Marino Marini. Passioni visive”, che contestualizza l’opera di Marini in un panorama storico e artistico.
Dal 19 maggio al 3 settembre 2018, poi, sarà il turno di “Josef Albers in Messico” che include, oltre ad un nucleo di dipinti di Josef Albers, anche un foto-collage sul Messico, mentre dal 25 maggio al 25 novembre 2018 sarà la volta della mostra “1948: la Biennale di Peggy Guggenheim”. Infine dal 22 settembre 2018 al 14 gennaio 2019 “Osvaldo Licini 1894 – 1958”, celebra i 60 anni della scomparsa dell’artista.
Ad Aosta, presso il Museo Archeologico Nazionale, a partire dal 12 gennaio fino ad arrivare al 18 febbraio si potrà visitare “La strage degli Innocenti di Guido Reni”, dove il magistrale dipinto di Guido Reni, della collezione della Pinacoteca nazionale di Bologna, sarà il protagonista della mostra-dossier.


Il nostro viaggio prosegue verso Brescia, per l’esattezza al Palazzo Martinengo, dove dal 20 gennaio al 10 giugno ci sarà “Picasso, De Chirico, Morandi. 100 capolavori del XIX e XX secolo dalle collezioni private bresciane”, evento che presenterà in anteprima mondiale un capolavoro riscoperto di Pablo Picasso del 1942, “Natura morta con testa di toro”. A Pavia invece, presso le Scuderie del Castello Visconteo, dal 3 febbraio per 4 mesi sarà visitabile la mostra intitolata “Steve McCurry. Icons”, che ospita un’ampia retrospettiva di uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea.
A Modena, presso la Galleria Estense, dal 17 febbraio al 24 marzo “Da Correggio a Guercino” propone opere su carta della collezione dei duchi d’Este, con i disegni preparatori di Correggio, Nicolò dell’Abate, Lelio Orsi, Ludovico, Annibale e Agostino Carracci, fino allo Scarsellino, a Guido Reni e al Guercino. Restando nella zona, a Ferrara presso il Palazzo dei Diamanti “Stati d’animo. Arte e psiche tra Previati e Boccioni” esplora quelle tendenze innovative e utopistiche che, tra Otto e Novecento, portarono nell’opera d’arte le vibrazioni emotive e i fantasmi che agitano la coscienza moderna: si potrà visitare dal prossimo 3 marzo sino al 10 giugno 2018.
In Liguria, il Palazzo Ducale di Genova ospiterà dal 3 marzo al 1 luglio 2018 “Antonio Ligabue”, mostra sull’intera carriera dell’artista, dalla fine degli anni ’20 al 1962, mentre a Milano, presso il Museo Diocesano dallo scorso 21 dicembre al 30 giugno 2018 è allestito l’evento artistico “Capolavori Sibillini. Le Marche e i Luoghi della Bellezza”, che riunisce le opere dai luoghi del sisma del 2016. sempre a Milano, stavolta presso il Palazzo Reale, troviamo “Capolavori dal Philadelphia Art Museum”, rassegna che presenta capolavori dell’Impressionismo e del Postimpressionismo, oltre ad importanti testimonianze delle avanguardie storiche del ‘900, il tutto visitabile dall’8 marzo 2018 al 2 settembre dello stesso anno. Dal 18 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019, invece, potremo ammirare “Picasso e il Mito”, mostra che approfondisce il ruolo che il repertorio mitologico ha assunto nella produzione del grande artista spagnolo.
A Carpi, presso i Musei di Palazzo dei Pio dal 24 marzo al 10 giugno sarà protagonista “Albert Watson. Fashion & portrait” la mostra dedicata ad uno dei più importanti fotografi di moda del nostro tempo e singolare ritrattista di attori e modelle. Al Palazzo Ducale di Sassuolo, dal 24 aprile 2018 al 16 settembre 2018 ci sarà “Betty Woodman”, esposizione dedicata alla grande ceramista statunitense che, nel corso di una lunga carriera, ha esplorato i confini tra pittura e scultura, mentre a Pisa, presso il Palazzo Blu, in autunno si visiterà “Magritte e il Surrealismo” e a Palermo – al Museo Archeologico Regionale Antonio Salinas – primeggerà la vetrina dedicata ad “Antonello da Messina”, fra i più grandi artisti del Rinascimento.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *