Fino al 10 settembre 2017 sarà possibile visitare la mostra “Ciao Italia!” al Museo nazionale della storia dell’Immigrazione di Parigi: saranno esposti dipinti, fotografie, disegni, carte geografiche, oggetti che raccontano un intero secolo, quello che va dal 1860 al 1960.
Questo evento è un riconoscimento a quello che gli italiani hanno portato in Francia, al loro contributo culturale ed economico, ma è anche un modo per ricordare le difficoltà di integrazione e i pregiudizi dell’epoca.
I periodi chiave della mostra sono quattro ed ognuno fa riferimento ad un evento simbolico. Il primo va dal 1860 al 1870 ed è chiamato “Una nazione di migranti”, l’inizio della Grande Migrazione, il secondo va dal 1880 al 1910 ed è intitolato “Violenze e passioni”: racconta l’accoglienza difficile che trovarono gli italiani, fino ad arrivare ad una vera e propria “caccia agli italiani” che porterà morti e feriti. Il terzo periodo è quello che inizia nel 1920 e termina nel 1940 e si chiama “All’ombra del fascismo”, periodo in cui gli italiani furono più numerosi in Francia con l’avvento di Mussolini al potere mentre l’ultimo, dal 1950 al 1960 prende il nome di “Dolce vita” ed è il momento in cui ci fu l’accordo della manodopera franco-italiana che aprirà l’ultima fase del flusso migratorio transalpino.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *